Le spiagge di Otranto

Nella maggiorparte della costa di Otranto troviamo alte scogliere simili a dei dirupi rocciosi, molto suggestive e belle alla vista. Essendo le scogliere di origine carsica, è possibile visitare numerose grotte preistoriche, come quella della Palombara, molto conosciuta e amata dai turisti.

Sempre di carattere turistico, troviamo la Torre del Serpe, chiamata anche Torre dell’Idro, ovvero l’unico simbolo della città di Otranto.Se si va invece sempre più a sud è possibile ammirare la torre cinquecentesca dell’Orte, raggiungibile anche a piedi. Continuando con la camminata si arriva alla spiaggia di Porto Grande luogo ideale dove visitare molte altre grotte carsiche e fare immersioni negli splendidi fondali salentini.

Continuando ad andare verso sud troviamo il faro della Palascia, che è un faro molto famoso perchè è il più ad oriente di tutta Italia. Continuando ad avanzare, tra calli e dirupi, troviamo la spiaggia di Porto Badisco, che secondo la leggenda su il luogo di sbarco di Enea. Questo luogo è amato dai turisti e dai sub in particolar modo, perchè la sabbia fina e il mare cristallino sono un qualcosa di splendido. Troviamo anche la meravigliosa Grotta dei Cervi, tuttavia non visitabile.

Oltre a sud si può andare anche a nord. Infatti a nord di Otranto la costa si presenta molto sabbiosa e bassa e non troviamo gli altipiani tipici del sud di Otranto. La costa dei Laghi alimini è molto suggestiva e rilassante, è anche patrimonio naturalistico d’Europa, per questo merita di essere visitata. Troviamo poi anche la spiaggia sabbiosa di Porto Craulo, la spiaggia di San Giorgio e la grotta del Macaru. Luoghi che devono essere visitati assolutamente per apprezzare al meglio questa terra favolosa.

Lascia un commento