“Le Due Sorelle” di Torre dell’Orso

Una delle più belle spiagge del Salento è sicuramente quella della Baia di Torre dell’Orso, a Melendugno, in provincia di Lecce.
Si tratta di un’insenatura, dalla lunghezza di poco meno di un km, con sabbia finissima, mare limpido e cristallino e una pineta retrostante le basse dune, che crea una zona d’ombra durante le afose giornate estive.
Queste caratteristiche fanno di Torre dell’Orso una delle località balneari preferite dai turisti che affollano gli hotel nel Salento nella stagione estiva; più volte insignita del riconoscimento Bandiera Blu d’Europa e delle 5 Vele di Legambiente, per la purezza e la trasparenza delle sue acque.
A poca distanza dalla spiaggia sorgono due faraglioni, due scogli molto simili, bellissimi e immortali, soprannominati “Le Due Sorelle”, che conquistano per la loro bellezza e incantano per il mistero e la leggenda di cui sono protagoniste, che si tramanda tra le popolazioni.

La Leggenda
Si narra che un tempo, due splendide sorelle decisero di sottrarsi alle fatiche del loro lavoro in campagna e di cercare refrigerio sulla scogliera di Torre dell’Orso, allietate dalla fresca brezza che profumava di mare.
Una delle ragazze, quasi come ammaliata dall’odore di salsedine e dalla bellezza del paesaggio si lanciò nel vuoto, come in un atto di disperato amore.
Il mare era agitato e la ragazza si dibatteva tra la schiuma; le sue grida attirarono l’altra sorella che, a sua volta, si buttò nel vuoto nel tentativo di salvarla. Le due sorelle però non riuscirono a guadagnare la riva e in pochi istanti il mare si trovò a cullare i due corpi senza vita.
Le grida delle ragazze furono udite da un pescatore che subito si recò sul luogo, ma non vide nulla se non due alti faraglioni, uno di fianco all’altro e quasi identici, che mai aveva notato fino a quel momento. 
Si narra che furono gli Dei, mossi a compassione dalla triste storia, a tramutare le fanciulle nei due scogli oggi conosciuti come Le Due Sorelle.
Questa è forse una delle più affascinanti e tristi leggende che il Salento ha da raccontare e che spinge numerosi turisti a scegliere Torre dell’Orso come meta della propria vacanza, solo per guardare l’orizzonte e le Due Sorelle, immergendosi nella loro storia.
Da Torre dell’Orso si può raggiungere facilmente anche Lecce, Otranto e tutto l’entroterra salentino che, soprattutto in estate, ospita numerose feste patronali e sagre così che, tra un tuffo nel mare cristallino, un momento di relax e qualche divertimento non ci si annoia mai.

Lascia un commento