Artigianato del Salento

terracottaL’artigianato tipico del Salento offre oggetti di raffinata creazione manuale in cartapesta, terracotta, ceramica, e in pietra leccese. ricordiamo anche la lavorazione del ferro battuto (un materiale spesso che si nota sui balconi bombati dei palazzi signorili del salento), e anche la lavorazione artistica del vetro, del rame o legno e il ricamo su tessuto,un’antica arte in cui tante donne salentine da secoli sono maestre.

i pupi di cartapesta sono personaggi tipici del presepe. Il centro storico di Lecce oltre a offrire alloggi , hotel nel Salento e appartamenti nel Salento per turisti è ricco di laboratori artigianali, nei quali si possono scorgere i “maestri” all’opera, per creara quei  caratteristici fantocci in carta e stracci  che diventano  soprammobili eleganti oppure personaggi del presepe salentino durante il periodo natalizio.

La pietra leccese (leccisu) è, una roccia calcarea che è tipica del  salento e affiora naturalmente dal terreno. col trascorrere del tempo,diventa dura assumendo anche una sfumatura ambrata , inizialmente invece va dal bianco al giallo paglierino.

Il “leccisu” viene estratto in cave a cielo aperto che sono praticamente presenti un po’  ovunque ma in particolare a Maglie,a Cursi, Corigliano d’Otranto, Melpignano,  e a Lecce.
E’ una pietra molto sensibile all’azione corrosiva delle intemperie e quindi gli scultori in epoca barocca ne immergevano i blocchi  nel lattosio in modo che si creasse una patina impermeabile che ha portato praticamente intatte al giorno d’oggi numerose sculture del tempo. Molto duttile la pietra leccese è  largamente utilizzata da secoli in scultura ed architettura,e sopratutto nel periodo del famoso barocco leccese. I turisti che soggiornano negli hotel nel Salento e in altre strutture ricettive potranno visitare le meraviglie artistiche della zona.

Il Duomo, Santa Croce, Palazzo dei Celestini e tante chiese e palazzi signorili di lecce  vicino agli appartamenti nel Salento sono ornati da guglie e rosoni in pietra.   Oggi sono tanti gli oggetti  ed i souvenir  in pietra salentina. Cutrofiano. e Grottaglie. sono, invece i centri della ceramica.

Nel paese dell’entroterra leccese la lavorazione della terracotta si tramanda da secoli , ed è anche meta dei tour turistici degli avventori degli hotel in Salento, mentre   in agosto si tiene la mostra dell’artigianato figulo (vasi). A Cutrofiano si producono oggetti di ceramica finemente decorata e tantissimi souvenir (in special modo i caratteristici fischietti). Gli oggetti tipici in provincia di Taranto  sono “lu capasone” (recipiente di grandi dimensioni per conservare il vino o l’olio) e “lu pumu” (il pomo,  oggetto in terracotta che si pone sui balconi,  ornamento delle abitazioni nel centro storico e degli appartamenti nel Salento antichi).

fatto

Lascia un commento